Gli ebrei a Cremona nel ‘500


Una passeggiata a Cremona nel 1500 2

Una passeggiata  a Cremona nel 1500 “…un’ora di lezione può sempre aprire un mondo, può sempre essere il tempo di un vero incontro”. Massimo Recalcati, L’ora di lezione, Einaudi “Ciò che si impara a scuola non riguarda le mura dell’aula scolastica ma riguarda la vita”. “Non si impara per il voto ma per acquisire strumenti […]


Crocifissione

Crocifissione, Giovanni Antonio da Pordenone, 1521 Duomo di Cremona, navata centrale, controfacciata Il contratto dava rilievo al ruolo di Longino, il centurione romano convertitosi dopo aver trapassato con la lancia il costato di Cristo: al pittore si chiedeva di rappresentare “como Longino a cavallo correndo gli trapassò lo costato con la lancia”. E’ uno spunto che […]


La cacciata

Verso il 1570, dalla Spagna re Filippo II preme perché avvenga la cacciata nel ducato milanese, che era l’unico possedimento spagnolo dove l’espulsione non era ancora avvenuta. Tuttavia, anche nel mezzo delle tensioni la gente comune manteneva buoni rapporti. Ma gli interessi e l’indebitamento crescente dopo decenni di guerre e carenze, impediscono quei provvedimenti che […]


Statuto contro le bestemmie

Volendo la Sanità di Nostro Signor Papa Gregorio XIII ovviare alle scelleratezze che gli ostinati Giudei, perseguetando ancora nello loro Sinagoghe et in ogni altro luogo Christo Signor nostro trionfante in Cielo, come nemicissimi de’suoi membri, ardiscono commettere contra la Religione Christiana. Ha statuito e dichiarato che li Reverendissimi Inquisitori dell’Heretica pravità possano liberamente procedere in tutte […]


Cremona, Giardini pubblici di Piazza Roma.

La campagna antiebraica e l’influsso su Cremona

Quando il 3 dicembre 1490, Ludovico il Moro decreta che tutti gli ebrei del ducato debbono andarsene, dichiara di esservi stato costretto per il solo motivo che un buon numero di ebrei aveva parlato male della religione cristiana. Soprattutto nella seconda metà dell’Ottocento molti predicatori nei loro sermoni non risparmiavano virulenti insinuazioni contro gli ebrei, […]


L’editoria

Ad introdurre la tipografia ebraica a Cremona, allora sede di un’importante comunità, fu Vincenzo Conti, cristiano di origine: chiromanzia e fisionomia, il contenuto della sua prima pubblicazione; i testi liturgici sono trentanove volumi pubblicati dallo stesso nel decennio 1556 – 1566. L’attività editoriale ebraica cremonese ebbe una grande influenza nello sviluppo e nella conoscenza delle […]


Via Pertusio, Cremona

Le attività che gli ebrei svolgevano a Cremona

Il primo documento che assicura la presenza ebraica a Cremona risale al 15 aprile 1400. Si trattava dell’acquisto di un terreno, dopo probabilmente usato per costruirci il cimitero ebraico, ed è interessante in quanto a quell’epoca agli ebrei era proibito possedere beni immobili. Del giorno successivo è un altro contratto, stipulato per aprire un banco […]


I banchieri tedeschi chiamati dai Visconti

I primi ad arrivare a Cremona in seguito alla chiamata del Visconti furono i tedeschi Moisè da Spira (famiglia in seguito di stampatori che prese il nome di Soncino) e Manuele di Mattatià da Rocchetto, con le rispettive famiglie, che aprirono in città dei banchi di prestito. Nel giro di pochi anni gruppi di ebrei […]