Spiegelman Art, Maus


Si tratta di uno straordinario (in realtà due) romanzo in forma di fumetto nel quale l’autore, Art Spiegelman External link, intervista il papà, Vladek Spiegelman, e si fa raccontare la sua storia personale. Dunque in questo incontro, tentativo di dialogo padre figlio, veniamo a sapere la storia di un ebreo polacco attraverso tutto il novecento, persecuzione nazista e campo di sterminio compreso.

Interessante, ritengo, attraverso l’intervista e la narrazione, il collegamento tra la storia, eventi passati, e il presente dove la memoria diviene parte viva e attuale.

Se qualcuno, pregiudizialmente, ritiene il fumetto una sorta di arte minore, spero che leggendo quest’opera rivaluti quest’arte.

Maus

Maus

Nel 1992 Maus ha vinto lo Special Award del Premio Pulitzer External link.

Il New York TimesExternal linkl’ha definito

“un’epopea narrata a disegni minuscoli”

e Umberto Eco External linkha scritto che

“quando il libro è finito, si attende il seguito con la disperata nostalgia di essere stati esclusi da un universo magico”.


Approfondimenti

Rispondi