27 gennaio giornata della memoria


27 gennaio giornata della memoria

“se comprendere è impossibile, conoscere è necessario”.

Primo Levi

27 gennaio giornata della memoria. Ma la memoria non è data.

Non può essere solo una ricorrenza stabilita per legge e dunque qualcosa che ci cala dall’alto ma non ci coinvolge. Nemmeno può essere un giorno del nostro calendario. Giornata della memoria perché conoscendo quello che è accaduto e ricordandolo cerchiamo ci capire e scoprire anche nella nostra società quella logica che ha portato a quell’orrore affinché non si debba ripetere più.

Memoria per capire il presente facendo tesoro di quanto è accaduto.

  • 27 gennaio giornata della memoria LEST WE FORGET   La Giornata della memoria è stata istituita in Italia con la legge 20 luglio 2000, n. 211. Come data è stata scelta il 27 gennaio giorno in cui l’armata rossa ha liberato il campo di sterminio di Auschwitz. In questo come in tanti altri campi, voluti anche in Italia, vennero deportati cittadini europei: ...
  • August Landmesser Beato l’uomo che non segue il consiglio degli empi, non indugia nella via dei peccatori e non siede in compagnia degli stolti Salmo 1  La fotografia scattata il 13 Giugno 1936 presso i Cantieri navali di Amburgo pone in evidenza August Landmesser , operaio che si rifiuta di fare il saluto al Adolf Hitler e rimane impassibile con le braccia conserte. In quello scatto ...
  • Bechis Marco, Il rumore della memoria Il Corriere della Sera ha ricordato la tragedia della Shoah in occasione della Giornata della Memoria con un’iniziativa sul web: da lunedì 20 gennaio 2014 ha pubblicato online su CorrieredellaSera.it  la web serie del regista Marco Bechis  ‘Il rumore della Memoria. Il viaggio di Vera dalla Shoah ai desaparecidos’, della durata di sei puntate. La serie ...
  • Bianchi Enzo, Ricordare? Si, ma senza rabbia La Stampa, 28 gennaio 2007 L’istituzione della Giornata della memoria si colora ogni anno di accenti diversi, non perché le tragedie che hanno ferito l’umanità assumono pesi diversi, ma perché muta la nostra consapevolezza e le risposte che insieme, come società, cerchiamo di dare agli interrogativi suscitati da un passato che non basta rievocare perché sia ...
  • Binario 21 Il 30 gennaio 1944 dal binario 21 della Stazione Centrale di Milano una umanità dolente, composta di cittadini italiani di religione ebraica di ogni età e condizione sociale, veniva caricata tra urla, percosse e latrati di cani su vagoni bestiame. All’alba di una livida domenica invernale più di 600 persone avevano attraversato la città svuotata parte ndo ...
  • Déjà Vu. Queste impronte non sono le mie (cortometraggio) Déjà Vu è un cortometraggio realizzato dagli alunni e dagli insegnanti dell’Istituto Scolastico Paritario “Paola di Rosa” trasmesso dalla trasmissione televisiva della RAI Screensaver il 21/01/2007. Versione del cortometraggio trasmesso dalla trasmisisone Screensaver: RAITV Presentazione Questo cortometraggio lo reputo interessante per il modo in cui affronta il tema della giornata della memoria. Memoria non è solo un ricordo ...
  • Dojc Yuri, Last folio I luoghi abbandonati, gli oggetti e i sopravvissuti nell’obiettivo di Yuri Dojc. Trovato anche un libro del nonno. Passeggiando per le strade di Bardejov, in Slovacchia, un edifico lo incuriosisce. È una scuola abbandonata, ma il fotografo slovacco-canadese Yuri Dojc, con la sua inseparabile macchina fotografica, entra. È il 2006, tuttavia sembra che il tempo non ...
  • Edith Bruck Che senso ha la Giornata della Memoria per Edith Bruck? La scrittrice, con il suo libro in parte autobiografico “Quanta stella c’è nel cielo “, ha ispirato il film di Roberto Faenza Anita B., sul dopo-Shoah. Nello speciale di RPrima dedicato ad Anita B., parla Edith Bruck, 82 anni , conduce Laura Pertici. Molti credono che tutti i lager furono aperti ...
  • Il giorno della memoria delle vittime del nazifascismo – Fahrenheit Radio3 Il giorno della memoria delle vittime del nazifascismo Radio3 e la giornata della memoria delle vittime del nazifascismo In occasione della giornata della memoria del 27 gennaio incontriamo Carlo Greppi, dottorando in Storia contemporanea all’Università di Torino, Autore di “L’ultimo treno. Racconti del viaggio verso il lager”, Donzelli, scritto a partire dei memoriali di 120 deportati politici ed ebrei. Discutiamo con ...
  • Il giorno della memoria delle vittime del nazifascismo – Fahrenheit Radio3 Il giorno della memoria delle vittime del nazifascismo Radio3 e la giornata della memoria delle vittime del nazifascismo In occasione della giornata della memoria del 27 gennaio incontriamo Carlo Greppi, dottorando in Storia contemporanea all’Università di Torino, Autore di “L’ultimo treno. Racconti del viaggio verso il lager”, Donzelli, scritto a partire dei memoriali di 120 deportati politici ed ebrei. ...
  • La farfalla impazzita, con Giulia Spizzichino – Fahrenheit Radio3 La farfalla impazzita, con Giulia Spizzichino Scriveva Primo Levi che “se comprendere è impossibile, conoscere è necessario”. In occasione della giornata della memoria delle vittime del Nazismo Giulia Spizzichino ci porta a conoscere la sua storia, dalla retata nel ghetto di Roma il 16 ottobre ’43 che la costrinse a scappare e nascondersi per tutta la durata della ...
  • Legge 20 luglio 2000, n. 211 “Istituzione del “Giorno della Memoria” in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti” pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 177 del 31 luglio 2000 Art. 1. 1. La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ...
  • L’“altra” Shoah la devastazione del popolo rom L’“altra” Shoah la devastazione del popolo rom di Moni Ovadia e Marco Rovelli in “il Fatto Quotidiano” del 25 gennaio 2014 Il Giorno della Memoria è stato istituito nel giorno in cui 69 anni fa i soldati dell’Armata Rossa abbatterono i cancelli del lager di Auschwitz e vi entrarono rivelandone l’orrore. E sacrosanto è stato aver stabilito un giorno in ...
  • Ovadia Moni, Vivificare il senso della Shoà nella battaglia contro ogni forma di razzismo Moni Ovadia Il sessantaduesimo anniversario dell’apertura dei cancelli di Auschwitz il 27 gennaio del 1945, si sta avvicinando. Anche il nostro paese, da qualche anno, ha istituito in concomitanza con quella ricorrenza, “Il Giorno della memoria”. Le fonti di informazione cominciano a moltiplicare i loro interventi sull’argomento. La televisione si prepara a ricordare l’evento già da diversi ...
  • Schönberg Arnold, Un sopravvissuto di Varsavia A Survivor from Warsaw Op. 46 (in tedesco Ein Überlebender aus Warschau Op. 46, in italiano Un sopravvissuto di Varsavia) è un “oratorio per voce recitante, coro maschile e orchestra” di Arnold Schönberg. Schoenberg descrive due fatti che sembrano ugualmente sfuggire alla ragione: come sia possibile tanta indifferenza da parte dei nazisti di fronte al massacro, ...
  • Uomini e Profeti – Se questo è un bambino Uomini e Profeti, trasmissione radiofonica di RAI RadioTre, dedica la puntata di domenica 26 gennaio 2014  “Se questo è un bambino” alla memoria dei bambini nella Shoà: dei quasi due milioni di bambini (ebrei, zingari, slavi) uccisi nell’Europa nazista (il 90% dei bambini ebrei morì nella Shoà), e di tutti quelli che sopravvissero, nascosti in ...
  • Vera Vigevani Jerach in visita al “binario 21” L’intervista a Vera Vigevani Jerach  di Antonio Castaldo per Corriere.it durante la sua visita al Binario 21 il 26 gennaio 2014. Binario 21 è il binario della stazione centrale di Milano dal quale 30 gennaio 1944 cittadini italiani di religione ebraica di ogni età e condizione sociale, veniva caricata tra urla, percosse e latrati di cani su ...
  • Wiesel Eliezer, intervento alla Camera dei deputati Mercoledı 27 gennaio 2010, Celebrazione del Giorno della Memoria INTERVENTO DEL PROFESSOR ELIEZER WIESEL , PREMIO NOBEL PER LA PACE Signor Presidente della Repubblica italiana, onorevoli Presidenti della Camera e del Senato, signor Presidente del Consiglio dei ministri, Silvio Berlusconi, onorevoli deputati e senatori, signor presidente della Corte costituzionale, sopravvissuti, membri delle comunità ebraiche, come non dirvi della mia grande emozione nell’essere qui. Mia moglie Marion ...
  • «Chi oggi nega la Shoah è identico ai carnefici di allora» Il racconto di Piero Terracina, ebreo sopravvissuto ad Auschwitz di A. Ferrari e A. Rastelli – Corriere Tv