Martiri: Santa Lucia


santa luciaMartiri, testimoni del Vangelo.

In tutte le epoche i cristiani hanno annunciato e testimoniato che Gesù è risorto, il suo Vangelo. Si sono fatti promotori dell’evangelizzazione.

Il testimone che presento in questa pagina è Santa Lucia.

E’ la santa che in alcune regioni e città italiane la notte del 13 dicembre porta regali ai bambini.

 

Biografia

Santa Lucia (Siracusa, 283 – Siracusa, 13 dicembre 304) fu una martire cristiana, morta durante le persecuzioni di Diocleziano a Siracusa.

Era una giovane, orfana di padre, appartenente ad una ricca famiglia di Siracusa, che era stata promessa in sposa ad un pagano1. La madre di Santa Lucia, Eutichia, da anni ammalata, aveva speso grosse somme di denaro per curarsi, ma non aveva ottenuto i risultati sperati. Fu così che Lucia ed Eutichia, unendosi ad un pellegrinaggio di siracusani al sepolcro di Agata, pregarono S. Agata affinché intercedesse2 per la guarigione della donna. Durante la preghiera Lucia si addormentò e vide in sogno S. Agata che le diceva: Lucia, perché chiedi a me ciò che puoi ottenere tu per tua madre? Nella visione S. Agata le preannunciava anche il suo patronato3 sulla città di Siracusa. Ritornata a Siracusa e constatata la guarigione di Eutichia, Lucia comunicò alla madre la sua ferma decisione di consacrarsi a Cristo. Il pretendente, insospettito e preoccupato nel vedere la desiderata sposa vendere tutto il suo patrimonio per distribuirlo ai poveri, verificato il rifiuto di Santa Lucia, la denunciò come cristiana. Erano in vigore i decreti di persecuzione dei cristiani emanati dall’Imperatore Diocleziano.

Il processo che Santa Lucia sostenne dinanzi all’Arconte4 Pascasio attesta la fede ed anche la fierezza di questa giovane donna nel proclamarsi cristiana. Il proconsole allora ordinò che la donna sia costretta con la forza, ma lei diventa così pesante, che decine di uomini non riescono a spostarla. Il dialogo tra lei ed il magistrato vede addirittura quasi ribaltarsi le posizioni, tanto da vedere Lucia quasi mettere in difficoltà l’Arconte che, per convincerla a rinnegare la sua fede, la sottopone a maltrattamenti e a sofferenze.

Lucia esce illesa da ogni tormento fino a quando, inginocchiatasi, viene decapitata. Prima di morire annuncia la destituzione di Diocleziano e la pace per la Chiesa.

Privo di ogni fondamento, ed assente nelle molteplici narrazioni e tradizioni, almeno fino al secolo XV, è l’episodio di Lucia che si strappa gli occhi. Il simbolo degli occhi sulla coppa, o sul piatto, è da ricollegarsi, semplicemente, con la devozione popolare che l’ha sempre invocata protettrice della vista a motivo del suo nome Lucia (da Lux, luce).

Verifica le tue conoscenze.

Dopo aver letto il testo sopra prova a rispondere alle seguenti domande

Puzzle

Per visualizzare il puzzle a tutto schermo fai click sull’icona

mazimize icon

che trovi in basso a destra del riquadro del puzzle stesso.


Note

1 Non cristiano

2 Intercedere:  intervenire presso qualcuno in favore di altri.

3 Patrono, letteralmente protettore. S.Lucia infatti è la protettrice della città di Siracusa.

4 Magistrato

Rispondi