Voillaume p. René, Natale


Natale, di p. René Voillaume. Riflessione sul mistero natalizio del fondatore delle Piccole Sorelle del Vangelo di Charles de Foucauld

“Gesù appare nel mondo senza avvisare nessuno, senza far sapere ai vicini chi è.
Se fosse venuto al mondo in casa sua, a Nazareth, tutti i suoi parenti si sarebbero rallegrati dell’avvenimento, insieme ai vicini e agli abitanti del borgo. Lo avrebbero festeggiato.
Invece nasce in viaggio, tra una folla anonima: in questo modo appartiene veramente a tutti, senza fare rumore…
E’ evidente che Dio non vuole imporre suo Figlio Gesù: bisogna venire a lui, cercarlo, scoprirlo.
Persino i pastori e i Magi, che pure sono stati avvisati direttamente da Dio, avevano dovuto cercare, guidati da un “segno nascosto”, senza essere condotti facilmente e direttamente alla capanna.
Gesù è infinitamente discreto: aspetta, … proprio in questa discrezione, gli uomini hanno trovato un vero “segno” di Dio.
Questo segno di debolezza che, malgrado loro, attrae gli uomini, li fa arrendere,
riconoscendosi vinti, senza che mai Gesù si sia imposto a loro in altro modo che con una certa presenza, che attende, sollecita e mostra il cielo di Dio, attraverso un umile modo di essere, che la speranza e l’umiltà, la pace e l’amore sanno dare, senza saper bene come.”

p. René Voillaume

Rispondi