Quale legame può avere una dittatura come quella fascista con la festa della befana che ai più ricorda una dolce nonnina a volte un po’ fata altra volte un po’ strega che porta i doni ai bimbi buoni?

Befana fascista
Befana fascista

Purtroppo il legame c’è. La festa della befana fascista è stata voluta e imposta dal regime nel 1928 anche in quelle regioni italiane dove tale tradizione non era viva. Con questa modalità si voleva mostrare il volto buono e populista, il regime che elargisce doni e si preoccupa dei suoi “figli”. Il podestà o chi per esso donava regali ai bambini soprattutto ai più poveri. Di seguito due pagine di un saggio di un bambino delle elementari che racconta come si svolse la festa.

Befana fascista, componimento
Befana fascista, componimento

Si rivelò un mezzo di propaganda fortissimo. La festa si radicò ancor più in quelle zone d’Italia dove il regime ottenne maggiore consenso.


 

Seguono due testimonianze video dell’Istituto Luce.

Giornale Luce B1235 del 12/01/1938

Descrizione sequenze:

 


 

Giornale Luce B0815 del 15/01/1936

Descrizione sequenze: